Custodia e tutela

Quali sono i vostri diritti e doveri nei confronti dei vostri figli? Come viene regolata la custodia e cosa succede in caso di morte dei genitori?

Questa pagina è stata tradotta automaticamente. La Città di Innsbruck non si assume alcuna responsabilità per l'accuratezza della traduzione.

Scoprite cosa si intende per custodia o tutela, come si regola l'affidamento, come si può ottenere l'affidamento esclusivo, cosa succede in caso di morte del tutore, come si regola l'affidamento di una madre minorenne e a cosa dovete prestare attenzione quando viaggiate con un bambino.

Che cos'è la custodia?

In qualità di affidatari, avete il diritto e il dovere di curare, educare e rappresentare legalmente il vostro figlio minore e di gestire i suoi beni.

Se avete l'affidamento esclusivo di un bambino o se l'altro affidatario non vive nella stessa casa del bambino, potete chiedere gli alimenti al genitore non affidatario. Questo è indipendente dal diritto di visita.

Cosa si intende per cura ed educazione?

In qualità di genitore affidatario avete il diritto e l'obbligo di

  • di prendersi cura del benessere fisico, mentale e spirituale di vostro figlio.
  • Promuovere il figlio secondo le sue capacità e inclinazioni, e
  • tenere conto della capacità mentale del figlio e della sua capacità di giudizio.

Cosa si intende per gestione patrimoniale?

In qualità di tutore avete il diritto e l'obbligo di

  • creare un titolo di mantenimento per il figlio. L'ordine di mantenimento stabilisce chi deve pagare gli alimenti a chi e in che misura. Questo vale in particolare per i genitori che vivono separatamente.
  • gestire i beni a cui il figlio ha diritto (ad esempio, l'eredità) in modo da mantenerne o aumentarne il valore.

Che cos'è la rappresentanza legale?

In qualità di tutore, avete il diritto e l'obbligo di rappresentare vostro figlio nelle questioni ufficiali e scolastiche.(cambio di nome, cittadinanza, iscrizione a scuola, contratto di apprendistato, ecc.)

Come sono regolati i diritti di custodia?

L'affidamento è un termine giuridico ed è spiegato ai sensi dei §§ 158-169 ABGB. È possibile distinguere tra affidamento esclusivo e affidamento congiunto.

Custodia esclusiva

Nel caso di figli nati fuori dal matrimonio, la madre è l'unica affidataria.

In quanto affidataria esclusiva, ha il diritto e l'obbligo di

  • Curare ed educare il bambino, gestire i suoi beni e rappresentarlo legalmente,
  • comunicare al genitore non affidatario le informazioni essenziali sul figlio; e
  • facilitare e sostenere i contatti personali tra vostro figlio e il genitore non affidatario.

Se i genitori del bambino si sposano, il figlio comune diventa "legittimo". Se il padre ha riconosciuto la paternità, entrambi i genitori hanno la custodia congiunta.

L'affidamento congiunto

In quanto genitori con affidamento congiunto, entrambi avete gli stessi diritti e gli stessi doveri nei confronti del bambino, anche se non vivete nella stessa casa.

L'affidamento congiunto viene concesso a entrambi i genitori nel caso di figli nati nel matrimonio. Se il vostro bambino è nato fuori dal matrimonio, ma voi e il vostro partner volete condividere gli stessi diritti e doveri nei confronti del bambino, potete richiedere l'affidamento congiunto di comune accordo presso il Tribunale Unitá Anagrafe e cittadinanza - Nascita..potete decidere l'affidamento congiunto di entrambi i genitori o presentare un accordo sull'affidamento congiunto al tribunale dei tutori o al tribunale distrettuale competente per il minore. Inoltre, se non vivete nello stesso nucleo familiare dell'altro genitore, dovete stabilire una residenza primaria per il bambino.

Se c'è accordo, potete stabilire l'affidamento congiunto con un accordo presso il tribunale distrettuale, anche se non vivete nello stesso nucleo familiare.

Se non c'è accordo, l'affidamento congiunto di solito non è auspicabile. Tuttavia, l'affidamento congiunto può essere richiesto al tribunale tutelare o al tribunale distrettuale competente per il minore, che esamina la situazione e prende una decisione nell'interesse del bambino.

Come si ottiene l'affidamento esclusivo?

Se volete ottenere l'affidamento esclusivo del vostro bambino in caso di separazione, dovete farne richiesta al tribunale dei tutori o al tribunale distrettuale competente per il bambino. In caso di divorzio amichevole, questo può anche essere stabilito di comune accordo nel corso dell'accordo di divorzio.

Cosa succede in caso di morte del tutore?

In caso di morte di entrambi i tutori, la tutela deve essere trasferita a un'altra persona con una decisione del tribunale dei tutori competente. Le persone vicine al minore possono presentare una richiesta di trasferimento dell'affidamento presso il tribunale dei tutori o il tribunale distrettuale competente per il minore. Fino alla decisione del tribunale, il bambino non ha un tutore, cioè non è rappresentato nelle relazioni esterne (nei confronti delle autorità, ecc.). Il trasferimento automatico della custodia all'agenzia di assistenza ai bambini e ai giovani non avviene! Tuttavia, sarebbe possibile trasferire la custodia temporanea alla persona che è considerata il tutore (§107 par. 2 AußStrG). La custodia può essere affidata anche all'agenzia per l'infanzia e la gioventù fino alla conclusione del procedimento.

In caso di affidamento congiunto, se uno dei due tutori legali muore, il genitore superstite riceve automaticamente l'affidamento esclusivo.

Come viene regolata la custodia di una madre minorenne?

Se la madre è minorenne e ha dato alla luce un bambino, lei, in quanto madre del bambino, è responsabile solo della parte "cura ed educazione" del rapporto. Ciò significa che vi prendete cura del bambino, lo sorvegliate e lo educate nella vita quotidiana.

Poiché le madri minorenni non hanno piena capacità giuridica, non avete il diritto e il dovere di gestire i beni del bambino o di rappresentarlo legalmente. La cura e l'educazione nelle relazioni esterne, la gestione patrimoniale e la rappresentanza legale in tutti i settori sono di competenza della Direzione Assistenza ai bambini e ai giovani. Ciò include la rappresentazione esterna del bambino, ad esempio nei confronti delle autorità. Per le operazioni è necessario anche il consenso del rappresentante legale (ad esempio, i servizi di assistenza all'infanzia e ai giovani).

Se le persone maggiorenni del vostro ambiente desiderano assumere la rappresentanza legale nelle relazioni esterne e la gestione patrimoniale del minore, è possibile presentare una domanda presso il tribunale di tutela o il tribunale distrettuale competente.

Cosa occorre fare se il bambino viaggia con il genitore non affidatario?

In questo caso, il genitore non affidatario ha bisogno di una conferma che il bambino sia autorizzato a viaggiare con il genitore non affidatario. A tal fine è sufficiente un accordo scritto tra i genitori. Il Ministero federale dell'Interno raccomanda di compilare e portare con sé questa procura. Maggiori informazioni su questo aspetto e sulla procura in diverse lingue sono disponibili sul sito della Polizia degli stranieri e dei controlli di frontiera (bmi.gv.at).

Contatta

Orari di apertura

Dal lunedì al giovedì:
8.00-12.00 e 13.00-16.00

Venerdì:
8.00-12.00