Autorizzazione ai sensi del diritto delle acque

Tutto ciò che riguarda i documenti necessari, la procedura, i costi, la durata della procedura e gli altri obblighi per ottenere un permesso per il diritto dell'acqua.

Questa pagina è stata tradotta automaticamente. La Città di Innsbruck non si assume alcuna responsabilità per l'accuratezza della traduzione.

Quali obblighi di autorizzazione derivano dal Water Act?

Non tutti i progetti o le misure che riguardano i corpi idrici richiedono un'autorizzazione ai sensi della legge sulle acque. Ciò che richiede effettivamente un'autorizzazione ai sensi della legge sulle acque è regolato dalla legge sulle acque(WRG).

In particolare, è necessaria un'autorizzazione ai sensi del diritto delle acque:

  1. Impianti per l'utilizzo termico delle acque sotterranee ai sensi dell'articolo 10 WRG (cfr. Linee guida per la gestione delle acque urbane del Tirolo)
  2. Drenaggio del terreno (infiltrazione dell'acqua piovana), nella misura in cui viene superato il grado di irrilevanza ai sensi dell'articolo 32 WRG (vedi scheda informativa)
  3. Drenaggio delle acque di costruzione secondo l'articolo 40 WRG
  4. Costruzioni speciali ai sensi dell'articolo 38 WRG (costruzione e modifica di ponti, passerelle e strutture sulle sponde, nonché altre strutture entro i confini dell'area di deflusso delle piene)
  5. Scarichi in corpi idrici, nella misura in cui viene superato il grado di irrilevanza ai sensi dell'articolo 32 WRG (da chiarire con le autorità in ogni singolo caso)
  6. Impianti di trattamento delle acque reflue secondo l'articolo 32 WRG
  7. Strutture di protezione e regolazione delle acque secondo l'articolo 41 WRG

Oltre ai requisiti di autorizzazione previsti dalla WRG, ulteriori obblighi di autorizzazione possono derivare dalle rispettive ordinanze nel settore della protezione delle acque e delle aree protette.

Inoltre, va notato che per alcuni progetti semplici, la WRG prevede solo un obbligo di notifica anziché un obbligo di autorizzazione (cfr. articolo 114 WRG).

L'acqua di precipitazione puòessere scaricata nella fognatura?

In linea di principio, tutte le acque di precipitazione devono essere smaltite sul proprio terreno in conformità con la norma ÖNORM B 2506 e con il codice di pratica ÖWAV 45. Il prerequisito è l'idoneità del sottosuolo. Se l'infiltrazione non è possibile, è necessario un contratto di allacciamento con il gestore della rete fognaria (Innsbrucker Kommunalbetriebe AG). Lo scarico di acque di precipitazione in un corpo idrico superficiale è in ogni caso soggetto all'approvazione del diritto delle acque (vedi scheda informativa).

Di quali documenti ho bisogno per richiedere un'autorizzazione ai sensi del diritto delle acque o per una notifica?

I documenti necessari per la richiesta di un'autorizzazione ai sensi del diritto delle acque o per una notifica sono riportati nell'articolo 103 WRG. A seconda del tipo di progetto, possono essere richiesti ulteriori documenti. Prima di preparare i documenti di presentazione, siete pertanto invitati a contattare l'autorità per ottenere informazioni sui requisiti del caso specifico.

Si noti che i documenti devono essere preparati da una persona competente e devono essere presentati in quadruplice copia nel caso di utilizzo dell'acqua e, di norma, in triplice copia (in formato cartaceo!) nel caso di altri impianti.

Se il vostro progetto occuperà temporaneamente o permanentemente una proprietà comunale, avrete bisogno di una dichiarazione di consenso di diritto civile da parte del Comune di Innsbruck. Il responsabile è il Unitá Questioni immobiliari.

Come funziona la procedura?

La procedura è regolata dal WRG.

  1. Richiesta di autorizzazione da parte del richiedente
  2. Esame preliminare da parte dell'autorità idricaUnitá Diritto dell'acqua e delle piante.. ) e inoltro agli esperti
  3. Revisione della dichiarazione da parte dell'autorità idricaUnitá Diritto dell'acqua e delle piante.. )
  4. Audizione orale con tutte le parti interessate (per la cerchia delle parti si veda l'articolo 102 WRG. In caso di situazioni di fatto e di diritto semplici, l'audizione può essere omessa in singoli casi.
  5. Emissione della decisione, se necessario con l'imposizione di condizioni.
  6. Attuazione del progetto, tenendo conto delle condizioni imposte dalla decisione

Quali costi dovrò sostenere nel corso dell'intervento?

Le tariffe e gli oneri devono essere calcolati individualmente per ogni procedura. Le principali basi giuridiche per i costi sono la legge sulle tasse, l'ordinanza federale sulle tasse amministrative e l'ordinanza del governo provinciale tirolese sulle tasse di commissione.

Quanto dura la procedura di approvazione o notifica?

Ai sensi del § 73 AVG, il periodo di decisione nella procedura di autorizzazione è generalmente di sei mesi dal ricevimento di una domanda completamente documentata.

Nella procedura di notifica, la durata massima della procedura è di tre mesi dal ricevimento di una notifica completamente documentata.

La durata della procedura è spesso prolungata a causa di documenti di presentazione difettosi o incompleti. Pertanto, assicuratevi che i vostri documenti siano conformi ai requisiti di legge.

Ho ricevuto un'autorizzazione ai sensi della legge sulle acque, devo prestare attenzione ad altri aspetti?

Sì, il termine per il completamento della costruzione e il termine del permesso idrico:

Termine di completamento della costruzione

Nella decisione viene specificato un termine vincolante per il completamento della costruzione. Il completamento dell'installazione deve essere comunicato per iscritto all'autorità senza indugio entro un termine aperto, in modo che l'autorità possa verificare la realizzazione dell'installazione.

Il mancato rispetto del termine di completamento della costruzione può comportare la scadenza del permesso. Prima della scadenza del termine, tuttavia, è possibile richiedere una proroga del termine di completamento della costruzione, motivandola.

Limitazione dell'autorizzazione del diritto dell'acqua

Secondo le disposizioni del WRG, i diritti d'uso dell'acqua sono limitati nel tempo. Nel caso di estrazione di acqua a scopo irriguo, la durata non può superare i 25 anni, altrimenti i 90 anni.

I titolari di un diritto d'uso temporaneo dell'acqua hanno la possibilità di richiedere la riassegnazione di un diritto d'uso dell'acqua non prima di cinque anni, ma al massimo sei mesi prima della scadenza del periodo di autorizzazione. Se la domanda viene presentata in tempo utile, il precedente titolare ha diritto alla riassegnazione del diritto se i diritti pubblici non sono in conflitto con esso e se l'uso dell'acqua viene effettuato in conformità allo stato dell'arte. In questo caso, la scadenza del periodo di autorizzazione è sospesa fino a quando non viene presa una decisione definitiva sulla richiesta di riassegnazione (cfr. articolo 21 WRG).

Chi può darmi informazioni sull'acqua potabile?

Se avete domande sull'acqua potabile a Innsbruck (ad esempio sulla qualità, sulla durezza, ecc.), contattate IKB (Innsbrucker Kommunalbetriebe AG).

Ultimo aggiornamento 06.12.2022