Sicurezza minima

Il programma di reddito minimo può essere d'aiuto se vi trovate in una situazione di emergenza finanziaria ai sensi della legge tirolese sul reddito minimo.

Questa pagina è stata tradotta automaticamente. La Città di Innsbruck non si assume alcuna responsabilità per l'accuratezza della traduzione.

Vi trovate in una situazione di emergenza finanziaria ai sensi della legge tirolese sulle garanzie minime (Tiroler Mindestsicherungsgesetz ) e non potete o non riuscite a coprire completamente il vostro sostentamento, le vostre esigenze abitative o le esigenze derivanti dalla malattia con le vostre risorse (reddito e patrimonio) e il sostegno di terzi? In tal caso è possibile richiedere un sostegno al reddito minimo. Scoprite qui quali requisiti devono essere soddisfatti per fare domanda, dove potete ottenere consulenza o presentare la domanda di sostegno al reddito minimo e quali documenti sono necessari.

Che cos'è il sostegno al reddito minimo?

Il sostegno al reddito minimo è un'assistenza finanziaria per le persone in situazioni di emergenza che non possono coprire le spese di vita con i propri mezzi (reddito, alimenti, pensione, ecc.). Il sostegno al reddito minimo è destinato a garantire il sostentamento e l'alloggio.

Secondo la legge tirolese sulle garanzie minime (TMSG), le garanzie minime devono essere concesse, tra l'altro, alle persone,

  • che si trovano in una situazione di emergenza,
  • che rischiano di trovarsi in una situazione di emergenza, se il verificarsi di tale situazione può essere evitato grazie al reddito minimo.

Cosa si intende esattamente per situazione di emergenza è riportato nel § 2 TMSG. Ad esempio, ci si trova in una situazione di emergenza se non si riesce a pagare il proprio sostentamento, le esigenze abitative o le necessità in caso di malattia, gravidanza e parto o per un semplice funerale e non si possono ottenere fondi o aiuti da terzi.

Quali requisiti devo soddisfare per richiedere il reddito minimo?

Chi ha diritto al reddito minimo?

  • Cittadini austriaci
  • Persone equiparate a cittadini austriaci (ad esempio, cittadini dell'UE) se hanno diritto alla residenza permanente in Austria in base alle disposizioni della legge sugli stranieri.

Le persone che non hanno lo stesso status di cittadini austriaci hanno diritto solo a prestazioni di base di diritto privato.

I cittadini dell'UE che non esercitano un'attività lavorativa e i cittadini di altri Stati firmatari dell'accordo SEE e della Svizzera, nonché i loro familiari e le persone di cui all'articolo 3 (3) del TMSG non hanno diritto alle prestazioni durante i primi tre mesi di soggiorno. Allo scadere dei tre mesi, queste persone hanno diritto a prestazioni minime solo se hanno un titolo di residenza legale.

Dove posso consegnare la domanda e ricevere consulenza?

Potete recarvi nell'area del Centro Servizi del sito Direzione Sociale. Lì riceverete consigli e informazioni. I moduli di domanda vengono consegnati in questo primo momento di contatto. Al momento della consegna della domanda, i documenti richiesti saranno controllati per verificarne la completezza e la competenza (cittadini di Innsbruck).

Di quali documenti ho bisogno per la domanda?

  1. Modulo di richiesta del reddito minimo o modulo di richiesta di estensione del reddito minimo
  2. documento d'identità valido con foto
  3. Permesso di soggiorno (ad es. decisione positiva in materia di asilo, carta rossa-bianca-rossa, ecc.)
  4. Elenco del fatturato del conto con il saldo degli ultimi tre mesi (disponibile presso lo sportello della vostra banca) o estratti conto completi degli ultimi tre mesi
  5. nel caso di persone inabili al lavoro, i relativi certificati medici
  6. nel caso di persone in grado di lavorare, prova dell'impegno lavorativo (ad es. conferma di appuntamenti AMS, conferma da parte delle aziende di colloqui di lavoro, ecc.)
  7. nel caso di rifugiati riconosciuti, la prova degli sforzi di integrazione (conferma dei corsi di tedesco, ricerca di lavoro in caso di sufficiente conoscenza della lingua tedesca)
  8. Documenti di reddito del richiedente e delle persone che vivono nello stesso nucleo familiare e che hanno diritto o sono obbligate a versare gli alimenti (buste paga, estratti conto AMS, estratti conto della pensione, estratti conto degli alimenti, sussidi per l'affitto, sussidi per l'alloggio, sussidi per la malattia, sussidi per l'assistenza all'infanzia, sussidi per la riabilitazione, ecc.)
  9. Contratto di locazione e capitolato d'affitto in vigore con indicazione dettagliata dell'affitto e dei costi di gestione
  10. nel caso di rifugiati riconosciuti, la prova dell'importo dell'indennità di base
  11. altri documenti e prove patrimoniali (assegno di divorzio, libretto di risparmio, assicurazione sulla vita, contratto di risparmio della società immobiliare, libretto di circolazione, ecc.)
  12. per i cittadini dell'UE e della Svizzera, un certificato di registrazione del 4° mese di residenza o una prova di residenza legale secondo la legge sugli stranieri.

Contatta

Orari di apertura

Ufficio:
Centro servizi:
Da lunedì a giovedì:
7.30.00-12.30
Venerdì:
7.30.00-12.00

Back office:
Da lunedì a venerdì:
8.00-12.00 e su appuntamento

Telefono:
Da lunedì a giovedì:
7.30-12.00 e 13.00-16.00

Venerdì:
7.30-12.00

Ultimo aggiornamento 09.12.2022