Bambini in affidamento e adozione

Volete accogliere un bambino in affidamento o adottarne uno? Qui potete trovare tutte le informazioni su requisiti, diritti e obblighi.

Questa pagina è stata tradotta automaticamente. La Città di Innsbruck non si assume alcuna responsabilità per l'accuratezza della traduzione.

Bambini in affidamento

A Innsbruck c'è urgente bisogno di genitori affidatari. Qui potete scoprire in modo breve e conciso chi è idoneo a diventare genitore affidatario, come funziona il processo di accoglienza di un bambino affidato, quali sono i diritti e i doveri dei genitori affidatari e quale sostegno potete ottenere. Per saperne di più, potete anche partecipare alla serata informativa per i genitori affidatari - iscrivetevi subito.

Informazioni dettagliate si possono trovare nell'opuscolo per genitori affidatari della provincia del Tirolo o alla serata informativa per genitori affidatari.

Chi può accogliere un bambino in affidamento?

In Tirolo si cercano soprattutto affidamenti permanenti. Ciò significa che il bambino affidato è accompagnato dai genitori affidatari fino al raggiungimento della maggiore età ed eventualmente anche oltre (fino al compimento del 21° anno). Di norma, i bambini hanno un'età compresa tra 0 e 3 anni quando arrivano in una famiglia affidataria.

Se desiderate accogliere un bambino in affidamento, i requisiti sono i seguenti:

  • Dovete avere un'età compresa tra i 28 e i 45 anni (per i neonati).
  • condizioni di vita regolari
  • situazione familiare stabile
  • stabilità finanziaria
  • ambiente sociale intatto
  • single o in società
  • Dimostrano disponibilità a collaborare con i servizi di assistenza all'infanzia e ai giovani e con i genitori naturali.

Qual è la procedura per accogliere un bambino in affidamento?

  1. Contattate Unitá Bambini in affido, adozione e rifugiati minori non accompagnati.. con il vostro desiderio di accogliere un bambino in affidamento.
  2. L'assistente sociale responsabile del servizio di assistenza all'infanzia e ai giovani terrà diversi colloqui personali con voi. Nel corso dei colloqui, viene preparata una scheda di lavoro. All'assistente sociale viene consegnato un certificato medico e il consenso a ottenere un estratto del casellario giudiziario.
  3. Se sono previste diverse visite a domicilio, l'assistente sociale verificherà i requisiti.
  4. Completate il corso gratuito per genitori, indipendentemente dalla vostra formazione precedente. L'assistente sociale responsabile vi iscrive a questo corso di preparazione.
  5. Un bambino in affidamento viene affidato a voi. Riceverete un sostegno intensivo da parte dei servizi di assistenza all'infanzia e ai giovani. Un assistente ambulatoriale vi sostiene e vi accompagna anche durante le visite con i genitori biologici.
  6. Per la cura di un bambino in affido, riceverete un compenso economico a seconda dell'età del bambino (a partire da circa 520 euro per un bambino di età inferiore ai 3 anni). È inoltre possibile ricevere pagamenti per esigenze particolari, ad esempio per franchigie, misure terapeutiche, ausili tecnici medici e indennità, ad esempio per l'acquisto di documenti.
  7. Voi assistenti siete accompagnati dagli assistenti sociali. Oltre alla supervisione e all'aggiornamento, potrete partecipare ai regolari giri di assistenza ai genitori.

Quali diritti e doveri ho come genitore affidatario?

  • Dovete essere disposti a collaborare con i servizi di assistenza all'infanzia e ai giovani.
  • Siete aperti a contatti regolari tra il bambino in affidamento e i suoi genitori naturali. Se necessario, questo contatto può essere accompagnato professionalmente anche da assistenti sociali.
  • Per il vostro lavoro di genitori affidatari, riceverete la cosiddetta indennità di genitore affidatario, che viene corrisposta in base all'età del bambino affidato. Inoltre, avete diritto a ricevere gli assegni familiari per il bambino in affidamento.
  • In caso di bambini piccoli, è possibile usufruire del congedo di maternità/paternità e ricevere l'indennità di custodia dei bambini.
  • È possibile stipulare un'autoassicurazione volontaria. Questa assicurazione comprende l'assicurazione sanitaria e pensionistica, ma non l'assicurazione contro gli infortuni o la disoccupazione.

Potete trovare ampie informazioni nell'opuscolo per genitori affidatari della provincia del Tirolo.

Adozione

Scoprite da un lato chi può adottare un bambino e come funziona un'adozione, dall'altro come potete dare un bambino in adozione e quali sono i tipi di adozione.

Il periodo di attesa per le adozioni è attualmente di circa cinque anni. Un'alternativa è quella di accogliere un bambino in affidamento.

Chi può adottare un bambino?

Se volete adottare un bambino, i requisiti sono i seguenti:

  • È necessario avere un'età compresa tra i 25 anni e un massimo di 45 anni
  • Dovete essere una coppia sposata (anche dello stesso sesso)
  • Differenza di età rispetto al figlio adottivo: almeno 16 anni
  • condizioni di vita regolari
  • stabilità finanziaria
  • ambiente sociale intatto

Il periodo di attesa per le adozioni è attualmente di circa cinque anni. Un'alternativa è quella di accogliere un bambino in affidamento.

Come funziona un'adozione?

  1. Contattate il servizio di consulenza per le adozioni della Caritas.
  2. Contattate il Unitá Bambini in affido, adozione e rifugiati minori non accompagnati.. con il vostro desiderio di adottare un bambino.
  3. L'assistente sociale responsabile dei servizi di assistenza all'infanzia e ai giovani terrà diversi colloqui personali con voi.
    1. Nel corso dei colloqui (valutazione dell'idoneità), si compila un questionario.
    2. All'assistente sociale viene consegnato un certificato medico e il consenso a ottenere un estratto del casellario giudiziale.
  4. Partecipate a una serata informativa per candidati all'adozione.
  5. In caso di più visite a domicilio, l'assistente sociale verifica ulteriori requisiti.
  6. Completate il corso di preparazione all'adozione presso la Caritas di Innsbruck (costo 600 euro a coppia).
  7. Se siete idonei, sarete inseriti nel registro del Tirolo. Tuttavia, a volte ci vogliono circa cinque anni prima che un bambino venga effettivamente collocato. Un'alternativa è quella di accogliere un bambino in affidamento.
  8. Viene redatto un contratto di adozione (costo circa 500 euro a coppia). In questa fase il bambino è in affidamento adottivo presso di voi.
  9. La procedura di approvazione del tribunale si svolge presso il tribunale distrettuale del luogo di residenza del bambino:
    1. Esame dei requisiti
    2. Audizioni (dei genitori, del bambino adottato, dei servizi di assistenza all'infanzia e ai giovani, dei genitori affidatari, ...)
    3. Consenso dei genitori del figlio adottivo minorenne
    4. Consenso dei genitori adottivi
    5. Consenso del figlio adottivo maggiorenne non in grado di decidere o del rappresentante legale del figlio adottivo minorenne
  10. La domanda viene approvata dal tribunale e quindi il contratto di adozione diventa effettivo.

A seconda che si decida di adottare a livello nazionale o all'estero, esistono diversi canali ufficiali.

Come posso dare un bambino in adozione?

Se volete dare un bambino in adozione, contattate l'Ufficio per l'assistenza ai bambini e ai giovani il prima possibile. Gli assistenti sociali sono al vostro fianco con fiducia e saranno lieti di consigliarvi.

Quali sono i tipi di adozione?

  • Adozione in incognito: i genitori rinunciatari non possono ottenere alcun dato sui genitori adottivi del bambino. I servizi di assistenza all'infanzia e ai giovani fungono da autorità intermediaria. Il nome dei genitori rinunciatari è noto all'autorità per l'assistenza all'infanzia e alla gioventù per successive indagini o richieste.
  • Adozione aperta: i genitori adottivi e i genitori rinunciatari conoscono i reciproci dati personali. È possibile un contatto limitato tra il bambino e i genitori rinunciatari. Questa variante è oggi la forma di adozione preferita.
  • Parto anonimo: la madre rinunciataria partorisce senza rivelare la propria identità. Per legge, la custodia è affidata all'autorità competente per l'assistenza all'infanzia e ai giovani fino alla decisione di approvazione dell'adozione, che è giuridicamente vincolante.

Contatta

Orari di apertura

Da lunedì a giovedì:
8.00-12.00 e 14.00-17.00

Venerdì:
8.00-12.00

Ultimo aggiornamento 03.12.2022